Foto: Valle dell'Aniene da Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

LaVALLE, una nuova residenza di ricerca artistica nel borgo di Licenza (RM) e nella Valle dell’Aniene.
"IL NUOVO PROGRAMMA DI RESIDENZA D’ARTISTA INTERNAZIONALE NELLA ZONA DELLA VALLE DELL’ANIENE PUNTA SU PROGETTI ARTISTICI CON VOCAZIONE TERRITORIALE I ARMONIA CON IL CONTESTO E IN SINERGIA CON LA COMUNITÀ E GLI ENTI LOCALI ENFATIZZANDONE LE RISORSE MATERIALI E IMMATERIALI DEL TERRITORIO".

Nella Valle Ustica – nel cuore del Parco Regionale dei Monti Lucretili – è nata LaVALLE, una nuova residenza internazionale di ricerca artistica sviluppata in sinergia e in co-progettazione tra l'Amministrazione Comunale di Licenza, il collettivo L’Aquila Reale: Centro d’Arte e Natura di Civitella di Licenza e oltre venti associazioni culturali, sociali e ambientali del territorio. A livello locale, il programma gode del patrocinio oneroso e del sostegno del Comune di Licenza, e inoltre, la stretta collaborazione e il patrocinio non oneroso dei Comuni di Mandela, Percile, Roccagiovine, Vicovaro, Tivoli e Subiaco, dell’Unione dei Comuni della Valle Ustica, della Comunità Montana dell'Aniene, e del Parco Naturale Regionale dei Monti LucretiliA livello internazionale, il programma gode del patrocinio istituzionale dell'Ambasciata del Cile in Italia e della collaborazione di diverse istituzioni culturali di Cile, Spagna, Italia ed altri Paesi dell'Europa e America Latina. Il programma LaVALLE propone una metodologia innovativa per la  rigenerazione culturale della comunità della Valle Ustica e della Valle dell’Aniene, con l’intento di contribuire a valorizzarne il territorio, attraverso l'indagine artistica, la co-creazione, l’attività pluridimensionali ed il coinvolgimento sociale.

Vi presentiamo alle artiste visive cilene vincitrici del bando FONDART 2022

Vi presentiamo alle artiste visive e ricercatrici cilene Maria Jose Rojas e Carolina Opazo, vincitrici del bando Fondo Nazionale per lo Sviluppo Culturale e le Arti - FONDART 2022, del Ministero delle Culture, delle Arti e del Patrimonio del Cile. Entrambe svolgeranno due progetti a #Licenza e #Civitella, nei mesi di settembre-ottobre 2022 / novembre-dicembre 2022. 

L'artista visiva Maria Jose Rojas svolgerà una ricerca artistica sulle piante della Valle Ustica, in cui il punto di partenza sarà la storia delle interazioni tra essere umano e mondo vegetale, e anche la ricerca del biologo Stefano Mancuso, portavoce dell’idea per cui gli uomini dovrebbero imparare dalle piante a collaborare.

L'artista visiva Carolina Opazo svolgerà una ricerca artistica sul rapporto uomo-suono-ambiente, in cui il punto di partenza sarà la realtà ambientale ed acustica dell'acqua nella Valle Ustica; territorio di abbondanti sorgenti di acque che confluiscono nel torrente Licenza, torrente Maricella, e dopo nel fiume Aniene.

Entrambi i progetti saranno realizzati grazie a questo finanziamento internazionale, e grazie anche il sostegno dell'Amministrazione Comunale di Licenza, il patrocinio dell’Ambasciata del Cile in Italia, il lavoro e il contributo del Collettivo L'Aquila Reale, e il supporto di oltre venti Associazioni locali della Valle Ustica ed istituzioni culturali in Cile ed Italia.

Il programma LaVALLE gode del patrocinio oneroso e del sostegno dell’Amministrazione Comunale di Licenza, e inoltre, la collaborazione e il patrocinio non oneroso dei Comuni di Mandela, Percile, Roccagiovine, Vicovaro, Subiaco e Tivoli, dell’Unione Comuni Valle Ustica, della Comunità Montana dell'Aniene, del Parco MontiLucretili, dell’Ambasciata del Cile in Italia, e oltre venti Associazioni locali della Valle Ustica ed istituzioni culturali in Cile, Spagna, Italia ed altri Paesi dell’Europa e America Latina.

I CAMPANARI DI SANTIAGO NELLA VALLE USTICA E NELLA VALLE DELL'ANIENE.

I primi ospiti saranno il gruppo d'artisti del suono, compositori musicali e ricercatori cileni “I Campanari di Santiago”. L'unico gruppo artistico cileno contemporaneo focalizzato sul salvataggio del patrimonio del suono manuale delle campane. 

Dal 2012, questo collettivo composto da Eduardo SatoTomás Brantmayer,  Álvaro Núñez Sebastián Jatz, si dedica regolarmente in Cile e in altri Paesi alla realizzazione di interventi artistici e performativi negli spazi pubblici attraverso i suoni di lavoro manuale, il recupero e la valorizzazione patrimoniale delle campane. 

Il progetto “I Campanari di Santiago nella Valle Ustica e nella Valle dell'Aniene" si svolgerà dal 10 giugno al 2 luglio 2022, con l’obiettivo di coinvolgere – attraverso il suono delle campane – tutti i paesi e le comunità della Valle UsticaLicenza, Civitella, Mandela, Percile, Roccagiovine e Vicovaro–, ma anche le città di SubiacoTivoli e Roma.

OPEN CALL 2022

Nuova Borsa di Studio  destinata agli artisti del suono del Cile,  grazie alla collaborazione internazionale di Tsonami Arte Sonoro Festival (Valparaiso, Cile), ed il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Licenza (Roma, Italia).

Tsonami Arte Sonoro offre una borsa di studio (2000 €) per svolgere una residenza artistica di un mese a Licenza (Italia), tra i mesi di settembre e novembre 2022, per gli artisti del suono nati o residenti in Cile, interessati nel dialogo tra suoni, arte, comunità, territorio, montagna, ruralità, e la co-creazione di immaginari futuri.  

Questa borsa di studio internazionale si inserisce nel contesto di una collaborazione internazionale tra Tsonami Arte Sonoro  e L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza (Italia), nell'ambito del programma "LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica 2022-23".

OPEN CALL 2022

Vi presentiamo una nuova Borsa di Studio per artiste e artisti visivi, grazie al contributo internazionale di CENTRO HUARTE (Navarra, Spagna), ed il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Licenza (Roma, Italia).

CENTRO HUARTE offre una borsa di studio (1800€) per svolgere una residenza artistica di cinque settimane a Licenza e Civitella (Provincia di Roma, Italia), nei mesi di settembre e ottobre 2022, per artisti visivi nati o residenti in Navarra, interessati nel dialogo tra arte, comunità, territorio, montagna e ruralità.

Questa borsa di studio si inserisce nel contesto di un programma di sinergia territoriale a livello locale, ed una collaborazione internazionale tra Centro Huarte e il Collettivo Aquila Reale, nell'ambito del nostro programma "LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica 2022-23".

Il programma LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica è una iniziativa patrocinata dall'Amministrazione Comunale di Licenza, ed è ideata e sviluppata dal Collettivo Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza insieme all’Associazione Monte Pellecchia Onlus e l'Università Agraria di Civitella di Licenza.

Erola Arcalís è l'artista selezionata per il programma di residenza LaVALLE. 

Vi presentiamo l'artista Erola Arcalís, selezionata attraverso un bando per svolgere una residenza artistica di due mesi (settembre e ottobre 2022) a Licenza, presso l'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza, grazie al contributo internazionale ricevuto da HOMESESSION.

Erola Arcalís (1986) è un'#artista visiva di Minorca (Spagna), che vive e lavora a Londra. Lei è interessata alla finzione e speculazione attraverso le #fotografia, e ha un particolare interesse per la rappresentazione della memoria e della mitologia. Nel suo lavoro coniuga la fotografia di paesaggi e natura morta ed il testo poetico.

Per Erola Arcalís è molto importante Licenza  come luoghi dove si svelano nel paesaggio i resti di un passato storico. Lei è interessata nel rapporto tra mitologia locale e paesaggio architettonico, e vuole sviluppare la sua ricerca artistica attraverso la fotografia analogica, poesia e letteratura locale, anche collaborare con le associazioni e le istituzioni locali.  Lei si è laureata con un Master in Fotografia presso il Royal College of Art (Londra, 2017) e ha mostrato il suo lavoro a livello internazionale in Londra, Madrid, Barcellona e Lisbona.

  www.erolaarcalis.com

Questa borsa di studio internazionale si inserisce nel contesto di una collaborazione internazionale tra HOMESESSION(Catalogna) + Institut Ramon Llull (Catalogna), e L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza (Italia), nell'ambito del  programma "LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica 2022-23".

Il programma di ricerca ARTE EGO viaggia a L'Aquila Reale, Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza (Roma, Italia)


Attraverso il CDAN / Centro de Arte y Naturaleza –il Centro d'Arte, Natura, Territorio e Paesaggio più riconosciuto ed importante a livello internazionale in Spagna– siamo stati invitati a fare una presentazione online per condividere il progetto Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza ed il programma LaVALLE -Residenza Internazionale di Ricerca Artistica; un progetto per promuovere il territorio, la cultura, l’ambiente, le tradizioni e la realtà della Valle Ustica.   Questa presentazione verrà svolta il 21 aprile, alle 17 ore, nel contesto del programma di ricerca ARTE EGO:Turismo d'arte e natura in Europa. Questa sessione online si terrà principalmente in spagnolo.

Attività organizzata dall'INDOC  Centro di Ricerca, Documentazione e Cooperazione del CDAN, Centro d'Arte e Natura della Fondazione Beulas (Huesca, Spagna). Modulo di registrazione Zoom

Il collettivo L’Aquila Reale annuncia nuove collaborazioni 2022-23: 

A livello internazionale, abbiamo la collaborazione del Centro de Arte Contemporáneo de Huarte (Navarra, Spagna); Tsonami International Sound Art Festival (Valparaíso, Cile);  Programa ARTE EGO. Turismo de arte y naturaleza en Europa de CDAN / Centro de Arte y Naturaleza de Huesca  (Huesca, Spagna),  Centre Cultural Casa Planas (Palma, Spagna).
www.campanerosdesantiago.cl
www.campanerosdesantiago.cl

I campanari di Santiago nella Valle Ustica:

Il gruppo d'artisti cileni I Campanari di Santiagosono stati premiati dal Ministero delle Culture, Arti e del Patrimonio del Cile, per svolgere il progetto artistico “I Campanari di Santiago nella Valle Ustica", dall'8 al 30 giugno 2022. 

Un ciclo di concerti, interventi artistici nello spazio pubblico, conferenze, proiezioni e ricerca che cercheranno di coinvolgere  –attraverso i suoni delle campane– a tutti i comuni e comunità della Valle Ustica (Licenza, Mandela, Percile, Roccagiovine e Vicovaro), al fine di promuovere e rafforzare la generazione di patrimonio comune.


Grazie al patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Licenza gli artisti avranno accesso gratuito ad uno spazio di lavoro presso il Palazzo Orsini di Licenza, e grazie alla collaborazione dell'Università Agraria di Civitella di Licenza loro avranno anche accesso gratuito ad uno spazio di sperimentazione artistica presso Civitella. Inoltre, gli artisti avranno supporto professionale dal Staff del Collettivo Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza e supporto territoriale grazie alla collaborazione de L'Associazione Monte Pellecchia Onlus.

Questo progetto si inserisce nel contesto di nostro programma “LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica 2022-23". (*) Progetto  beneficiato di finanziamenti  attraverso il bando: Línea de Circulación Internacional – Fondart Nacional 2022 - MINCAP.
 

 LaValle: Programma di Residenza Internazionale di Ricerca Artistica 2022-2023.

 L’obiettivo del programma LaVALLE  è valorizzare quello che nella Valle Ustica nasce di  complesso, vitale e mutevole, ed al tempo stesso contribuire a costruire –attraverso delle attività artistiche e relazionali– la valle di tutte e tutti. Questo programma propone una metodologia innovativa per la rigenerazione della comunità ed ecosistemi sociali del territorio attraverso l'indagine artistica ed attività pluridimensionali, al fine di promuovere e rafforzare la cooperazione, la condivisione e la generazione di patrimonio comune.

Artisti visivi e ricercatori dalla Francia e Messico a  Civitella di Licenza.

Per quattro settimane, abbiamo a Licenza e Civitella la visita internazionale di due artisti visivi e ricercatori dalla Francia (Rouen, Normandia): L'artista e pittrice Verónica Bapé, nata al Messico, il cui lavoro svolge una ricerca sul concetto di folklore e diverse mitologie intorno alla superstizione, fantasmi ed alla stregoneria; e l'artista Vincent Zucca, nato in Francia, il cui lavoro sviluppa una ricerca sulla perdita di identità, mettendo in discussione la natura delle immagini e l'idea di riproducibilità.

Entrambi artisti saranno nella valle del torrente Licenza, con l’obiettivo di conoscere –in prima persona– il territorio, per dopo svolgere una proposta di progetto artistico per il paese e la sua comunità.

"Con la collaborazione del Comune di Licenza, il lavoro, l’esperienza e la rete culturale europea e latinoamericana del Collettivo Aquila Reale, e con l’esperienza territoriale e la rete locale dell'Associazione Monte Pellecchia Onlus, il programma "LaValle – Residenza Internazionale di Ricerca Artistica" offrirà agli artisti un accompagnamento professionale per lo sviluppo della sua ricerca artistica, sperimentazione, apprendimento, riflessione critica, conoscenza dei luoghi pratiche e saperi locali, attraverso il dialogo tra arte, comunità, natura e territorio.

Il quaderno dei bambini presi in prestito.

Progetto artistico svolto a Licenza è “Il quaderno dei bambini presi in prestito”, dell’artista visiva Cilena – Spagnola Andrea Leria (Chelsea School of Art, Regno Unito), il cui lavoro, attraverso diversi strumenti artistici, sviluppa una ricerca degli archivi familiari ed indaga il legame tra il ritratto, la memoria e il territorio.

Il 30 ottobre, nella Sala Oraziana del Palazzo Orsini di Licenza, l’artista ha svolto un incontro collettivo e presentazione del suo progetto e la raccolta dell’archivio fotografico di famiglia insieme alla curatrice Cilena Luz Muñoz; ricercatrice del “Museum of Fine Arts”, Houston, Stati Uniti. L’iniziativa è sviluppata con la collaborazione internazionale dell’Associazione Culturale “Assaig 7” e “Espai 10” – Laboratorio de las Artes Contemporáneas (Barcellona, Spagna).

Questa presentazione è stata svolta con la visita speciale di Lorenzo Romito e Guglia Fiocca di Stalker/NoWorking, collettivo italiano che compie ricerche e azioni sul territorio con particolare attenzione alle realtà di margine, territori in abbandono e in trasformazione; anche la partecipazione della ricercatrice Costanza Meli, storica dell'arte e curatrice, specializzata in storia della Public Art e delle pratiche artistiche partecipative, docente di arte pubblica presso lo IED di Roma.

Il progetto "Il quaderno dei bambini presi in prestito" fa parte del programma LaVALLE - Residenza Internazionale di Ricerca Artistica, una iniziativa sostenuta dal Comune di Licenza, ideata e sviluppata dal Collettivo Aquila Reale e dall’Associazione Monte Pellecchia Onlus, insieme  Assaig7 (Barcellona) e Espai10 (Barcellona).

La notte e il suo manto senza cucitura, racconti di Luce ed Oscurità a Licenza.

Un progetto di ricerca artistica, cortometraggio ed intervento artistico realizzato dall'artista cilena Amparo Prieto, dal 1 aprile 2021 fino il 30 maggio 2022 . Come un gemellaggio tra due piccole paesi, l'artista svolge la sua ricerca da remoto, da una località di precordigliera chiamata Rabones, nel comune di Colbún, nella regione del Maule, al Cile, a 12,150 chilometri di distanza.

Amparo Prieto è un'artista il cui lavoro, attraverso la luce, sviluppa una ricerca sull'immaginario sociale che accompagna le trasformazioni indotte dall’arrivo dell'elettricità nel contesto #rurale.

Recentemente l'artista fa parte della pubblicazione "COSTRUENDO IL TERRITORIO A PARTIRE DALLA CULTURA: Nuove visioni sul patrimonio in aree scarsamente popolate", con l'articolo accademico "Nord chiaro e Sud oscuro: una riflessione sulla ruralità e spopolamento nelle mappe notturne della terra" (Norte claro y sur oscuro: una reflexión sobre ruralidad y despoblación en los mapas nocturnos de la tierra).

Questo progetto è sviluppato come chiusura del programma LARTRES, una iniziativa sostenuta dal Comune di Licenza, ideata e sviluppata dal Collettivo Aquila Reale, promossa da LicenzaMusei, con la sponsorizzazione e supporto dell’Associazione Monte Pellecchia Onlus.

Progetto “Per Amore”, dell'artista Alicia Santamaria


Dal 01 Settembre al 30 di Ottobre, è stato svolto il progetto “Per Amore” dall’artista delle Isole Baleari Alicia Santamaria, un artista visiva e insegnante il cui lavoro, attraverso la ceramica e le pratiche collaborative, sviluppa una ricerca sulle pratiche di cura nel contesto rurale. 

Alicia Santamaria ha svolto la sua ricerca a Licenza e Civitella, collaborando con diversi associazioni locali attraverso un "laboratorio di ceramica" per condividere riflessioni riguardo il concetto di famiglia, comunità, cura ed amore.  

Del steso modo, a novembre 2021, l'Artista Alicia Santamaria, ha partecipato  in un "Artist Talk" in "La Capella", lo spazio che "l'Institut de Cultura de Barcelona" (Barcelona Cultura) ha dedicato alla creazione artistica.   Presentazione pubblica dove lei ha condiviso la sua esperienza nella nostra realtà, comunità e territorio, nel contesto del progetto “Per amore”.

Questo progetto di scambio è organizzato insieme a Homesession: Artspace & Artist in Residence Barcellona e ha la collaborazione dall'Istituto Ramon Llull e del Centro Studi Baleari.

SOLENNE SUONO DELLE CAMPANE A LUTTO 


Condividiamo con voi un video dei primi tre minuti del solenne suono delle campane a lutto, che ha offerto il compositore e campanaro Cileno
Sebastián Jatz, in omaggio ai caduti –vicini e lontani– vittime della pandemia Covid-19Il suono delle campane –svolto in forma manuale– ha avuto una durata dodici minuti. Grazie mille a tutti quelli che hanno partecipato!. Nei prossimi giorni condivideremo le foto e registrazione acustica di questo intervento artistico a Civitella di Licenza.

Questo omaggio è stato possibile grazie al supporto del Comune di Licenza e del Parroco Don Rafael Sánchez della Chiesa dei SS.Filippo e Giacomo di Civitella di Licenza. L’attività è stato promossa e sviluppata dal Collettivo Aquila Reale, dal Associazione Monte Pellecchia Onlus, e "Campaneros de Santiago" (www.campanerosdesantiago.cl).

Registrazione acustica del solenne suono delle campane a lutto:
https://archive.org/details/suono-delle-campane-a-lutto-a-civitella

 “CARPE DIEM” DELL'ARTISTA RAÚL MIRANDA
 

Questo video promozionale  el progetto “CarpeDiem” dell'artista cileno Raul Miranda, è stato presentato nella Sala Oraziana del Palazzo Orsini di Licenza, dove Raúl Miranda ci ha raccontato di questo progetto sviluppato propio a #Licenza, ispirato al poema oraziano “Carpe Diem” tra i resti archeologici della Villa d'Orazio e il #MAO  Museo Archeologico Oraziano.

Il cortometraggio sarà presentato a Licenza nei prossimi mesi. Carpe Diem sarà l'appropriazione sarcastica del poema e del tema letterario di Orazio Flacco. Miranda cerca di reinterpretare il testo classico, in un contesto di pandemia, cambiamento climatico, fine del mondo e assurdità esistenziale.

Un progetto realizzato con il sostegno economico del Ministero delle Culture, Arti e del Patrimonio artistico del Cile.


CARPE DIEM (Making-off): 

https://vimeo.com/607679527


Artisti: Raúl Miranda (CL), Alicia Santamaria (ES), Amparo Prieto (CL) e Francisco Navarrete (CL).

COMUNICATO STAMPA

DAL 23 AGOSTO AL 30 DICEMBRE PRENDE AVVIO IL NUOVO PROGETTO DI RESIDENZA INTERNAZIONALE PER ARTISTI A LICENZA (RM) NEL PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI.


Lartres | Licenza Artisti In Residence | Residenza Artistica Internazionale è il nome del programma di residenza artistica dedicato ad artisti e ricercatori operanti professionalmente negli ambiti delle arti che vogliono vivere un’esperienza unica entrando in contatto con la natura, storia, ambiente e tradizioni locali e avviare uno scambio con altri artisti di provenienza nazionale e internazionale (...).

 

Foto: Affreschi che raffigurano l'Aquila reale, nel MAO Museo Archeologico Oraziano ©LicenzaMusei.

LARTRES | LICENZA ARTISTI IN RESIDENCE | RESIDENZA ARTISTICA INTERNAZIONALE. 2nd Artist Residency Programme 2021-22


(...) Il progetto LARTRES nasce da una sinergia territoriale con L’Aquila reale. Centro d’Arte e Natura di Civitella di Licenza fertilizzata da LicenzaMusei, Sistema Museale Urbano della Città di Licenza, incubatore-propulsore di un processo comunitario di progettazione e realizzazione autonoma di iniziative innovative sul territorio basato sul principio del lavoro di comunità. (...)

 

Foto: Fieldwork-Torrente Maricella ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

Presto vi informeremo sulle nostre borse di scambio 2022 con diversi istituzioni culturali di Spagna, Austria, Svizzera e Francia.

 

Foto: Laboratori di Ceramica di Associazione Monte Pellecchia Onlus, Civitella di Licenza (RM) ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale CANC
Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale CANC
Workshop - Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale CANC
Giardino Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale CANC

(IT) L’Aquila Reale: Centro d’Arte e Natura di Civitella di Licenza.

(IT) L'Aquila Reale Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza è un collettivo artistico e spazio culturale autogestito, situato a Civitella di Licenza, nella Valle del Torrente Licenza e Monte Pellecchia, provincia di Roma, Italia. È orientato alla ricerca, sperimentazione, scambio, apprendimento, riflessione critica e diffusione di pratiche e saperi locali, attraverso del dialogo tra arte, comunità, territorio e ruralità.

Il progetto guarda a rafforzare la consapevolezza, l'azione comunitaria e la partecipazione intergenerazionale nella Valle, attraverso progetti di collaborazione artistica che collegano conoscenze, pratiche, memorie, problematiche e sfide della comunità rurale e della biodiversità-ecosistema di montagna, col diverso pensiero critico globale ed attuale. Ci concentriamo sulla comprensione, la percezione e la cura della vita attraverso della vulnerabilità, l'interdipendenza e l'eco-dipendenza.

Attraverso di programmi diversi, il collettivo e centro cerca di sviluppare diversi movimenti artistici ed educativi che colleghino insieme persone, organizzazioni sociali, istituzioni culturali e diversi attori locali, affrontando temi legati agli squilibri prodotti dalle spopolamento, rapporti di dipendenza con le aree urbane e cambiamento climatico.

In questo modo il collettivo e centro vuole essere uno spazio creativo e riflessivo –un ecosistema culturale– centrato su questioni sociali, culturali, ambientali, economici ed educative, orientato ad analizzare, recuperare e visualizzare, attraverso l'arte e l'immaginazione, pratiche, valori, asimmetrie e sfide della comunità rurale della zona di montagna della Valle, nel cuore del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili.

Linee d’azione attraverso dell’art:

  1. Educazione alla cittadinanza

  2. Dialogo e cooperazione interculturale

  3. Formazione d’identità comune (Locale-Globale)

  4. Sviluppo sostenibile

  5. Rafforzare il rapporto tra ambienti rurali e urbani


(EN) How do we operate in terms of structure and methodology?:


L’Aquila Reale: Centro d’Arte e Natura di Civitella di Licenza is co-managed by a Industrial Designer (Andrés Gallardo Cordero) and Visual Artist (Francisco Navarrete Sitja), and 6 collaborators related to Communication, Biological Science, Arts, Social Ecology, Sustainability and Entrepreneurship:  Carolina Ciuti (IT), Luz Muñoz Rebolledo (ES), Markel Cormenzana (ES), Manuela Procopio (IT), Martina Larrarte (CH), Francesca Zacchia (IT), and Joan Vila i Boix (ES). 

Methodologically, each artistic and educational action is planned from/with/for the community, and collaborating with local inhabitants, socio-cultural institutions, and organizations. Thus, the project can push for activities that combine co-creation, co-research, management, education, and communication, oriented to analyzing, recovering, and broadcasting practices, knowledge, collective memories, challenges, and local issues into communes of Valle Ustica.

Each of the coming activities will be articulated through the participation of a visiting cultural producer, and the creation of a territory node with local people and organizations linked to traditional oliveculture, horticulture, fruticulture, grazing, crafts, gastronomy, farming, silviculture, industry, and ecology, by establishing dialogs through relational-art, ecofeminism, social-ecology, critical-design, and agri-ecology.  Sessions coordinated by the center and the community will organize the development of processes, methodologies and artistic actions which will be co-designed and co-produced. This will result in mediation and educational intervention. The project is self-managed. We have an initial budget that has been put towards the liveability of the center’s physical space until 2021. We’re currently applying for regional and international funds to ensure its continuity.

 

Foto: Licenza(RM) ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

Fieldwork - Workshop ©L'Aquila Reale CANC
Fieldwork ©L'Aquila Reale CANC
Civitella di Licenza ©L'Aquila Reale CANC

(EN) The urgency of mutual cooperation to regenerate life:

The effects of global capitalism and the current socio-ecological crisis have violently affected the fragility of bodies and social cohesion, in turn breaking down values, attitudes, principles, and sociocultural alliances, communitarianism and cross-border solidarity. The fragility of these social and political principles vis-a-vis emergency contexts demonstrates the urgency of their revaluation. The key to a sustainable decrease in our societies and regeneration life post-crisis.

Faced with this problem, we propose a project to address the decline of unity and trust that affects human collective identity and its relationships with non-human companions, reinforcing the solidarity and mutual cooperation based on rural communities’ material and immaterial heritage, and the similarities of way-of-life. Revaluating mutual cooperation experiences that have been invisibilized and fractured by the urban-focused, patriarchal, productivism, and profit-driven logics of capitalism. Establishing cooperation alliances based on interdependence and eco-dependency will offer actions and awareness guidelines facing uncertainty. This will offer alternatives to feel, think and imagine social cohesion from other ethics, sensibilities, and paradigms. Reinforcing sustainable solidarity values for the regeneration of post-crisis life.



(En) Our ecological, social and political context:

Despite the Valle Ustica (Valle Dell’Aniene) having abundant ecological and cultural resources, it is a marginal territory of Lazio (Italy), with several social issues due to high depopulation, aging population, and lack of productive and entrepreneurial activities, as well as a shortage of social and cultural services that would ensure a better quality of life for the communities in that rural and mountain area.

The systematic abandonment of Valle Dell’Aniene has produced a high rate of rural and mountain depopulation, and has promoted a physical and emotional detachment between communities and villages. These have brought social, cultural, and ecological effects due to the interruption in the relationship between community, territory, and identity. Depopulation has generated a gap in the transmission of local rural and countryside heritage, on top of an economic, social, cultural, and environmental impoverishment of the community.

This has meant a progressive abandonment of a common, shared culture. Damaging social cohesion, the pre-existence mutual cooperation networks, and the quality of life and their links of inter-dependence and eco-dependence with the biodiversity of the Aniene river and Natural Park Monti Lucretilli (Regional Park of Lazio), due to there not being a recognition of their concerns and shared identities.

 

Foto: Civitella di Licenza(RM) ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

 

Foto: Fondeo per l'arte, il territorio e la ruralità ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

(IT) Centro di Documentazione e Archivio Comunitario.
L'Aquila Reale: Fondo per l'arte, il territorio e la ruralità. 
Stiamo lavorando duramente per rendere disponibile questo sito Web

(EN) How do we envision the scope and impact of our work in five years?:

We have a growth plan of 5 years. In 5 years’ time, we seek to have had an impact reinforcing awareness and community action and participation in Valle-Ustica. The strategic guidelines are oriented to revaluing, maintenance, well-being, visibilization, and development of local heritage. To measure the project’s impact, we will prepare surveys and periodical meetings with the community to quantify relevance, efficiency, viability, and their long term effects. As well as, using statistics to calculate the number of beneficiaries, activities and local and regional press appearances.

Our 5 years’ goals are: 1) Offering an artistic space of creation, encounter, exchange, learning, reflection, and sensibilization. 2) Contributing to the revaluation and reappropriation of local identity through the lense of gender, multiculturalism, and age-diversity. 3) Improving the community’s quality of life through artistic and educational actions. 4) Visibilization of the local material and immaterial heritage. 5) Activating sociocultural and economic development through culture. 

In terms of local, provincial and regional impact, we imagine that the project will: 1)Increase citizen participation and empowerment. 2) Contribute to the generation and transmission of knowledge. 3)Foster social cohesion and inclusion. 4) Revaluate the region’s heritage. 5) Contribute to reactivate development in the region. 

 

Foto:  Civitella di Licenza (RM) ©L'Aquila Reale: Centro d'Arte e Natura di Civitella di Licenza.

CON IL SUPPORTO DI   /   WHIT THE SUPPORT OF   /   CON EL APOYO DE: